Risotto di canocchie con limone, acqua di mare e schiuma di tè al gelsomino

Lionello Cera

Foto: F.Brambilla-S. Serrani

Foto: F.Brambilla-S. Serrani

INGREDIENTI

Fumetto di canocchie
550 g di canocchie
200 g di acqua iodata
200 g di ghiaccio
100 g di carote pezzi piccoli
100 g di sedano pezzi piccoli
1 scalogno
2 cipollotto sottile
2 foglie alloro
2 rametti di timo
1 anice stellato
50 g di vino bianco

Schiuma di tè al gelsomino
80 g di canocchie
200 g di acqua iodata
100 g di vongole
1 scalogno
1 cipollotto
150 g di ghiaccio
1\2 g tè al gelsomino
1 rametto di timo
1 foglia di alloro
1 anice stellato
1 c\g succo limone
4 pezzetti di zenzero
30 g di vino bianco
2 fogli di colla di pesce
50 g di seppia nostrana

Disco ghiacciato di acqua di ostriche
500 g di acqua di ostriche
5 fogli colla di pesce

Acqua di alghe
20 g di alghe nori
20 g di alghe wakame
20 g di alghe kombu
20 g di alghe muschio
20 g di alghe lattuga di mare

Altro
Limone
 

 

CONDIMENTI


 

 

PROCEDIMENTO

Per il fumetto di canocchie mettere in una casseruola 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva , versare le erbe, lo scalogno, il cipollotto, il sedano, le carote, le spezie e dorare bene. Mettere le canocchie tagliate a pezzi, versare il vino e sfumare. Versare l’acqua iodata e il ghiaccio. Stufare il tutto molto bene. Da inizio bollore lasciare bollire per 8 minuti. Togliere dal fuoco e mettere in un contenitore coperto con pellicola a contatto. Lasciare maturare per 6 ore. Passare al setaccio e poi con la garza.

Per la schiuma di tè al gelsomino mettere in una casseruola 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva, versare le erbe, le spezie, le verdure e dorare bene. Aggiungere le canocchie tagliate a pezzi e stufare bene. Versare il vino e lasciare evaporare, versare l’acqua iodata e il ghiaccio. Dal bollore lasciare bollire per 4 minuti, togliere dal fuoco e mettere il tè in infusione fino a raffreddamento. Passare al setaccio e poi con la garza. Scaldare una piccola parte e sciogliere 2 fogli di colla di pesce, versare il resto di liquido facendolo incorporare bene. Mettere in frigo. Al momento del servizio aggiungere la seppia fresca e montare molto bene con il frullatore a immersione finchè si forma una schiuma sulla superficie.

Per il disco ghiacciato di acqua di ostriche mettere in ammollo la gelatina in acqua fredda, scaldare una parte di acqua senza superare 80 °C. Asciugare molto bene la gelatina e sciogliere nell’acqua calda, incorporare l’altra acqua aggiungedola poco alla volta e mescolando in continuazione. Far colare in piccoli vassoi di mezzo centimetro di altezza. Congelare e tagliare con il coppapasta per ottenere dei cerchi da 6 cm.

Sbollentare le alghe in acqua che bolle per 4 minuti, raffreddare in acqua e ghiaccio. Con l’acqua lasciare ridurre di circa la meta , frullare le alghe aggiungendo a filo l’acqua ridotta , creando un’acqua di alghe.


Grattugiare nel piatto il limone, versare sopra il risotto, mettere il disco da una parte del piatto e coprire con 2 cucchiai di schiuma. Finire il piatto schizzando sopra al risotto l’acqua di alghe.
 

 

LEGGI LA SCHEDA
Clicca qui per leggere il profilo dello chef
 crediti: Brambilla - Serrani

Antica Osteria Cera - Campagna Lupia (Venezia) - Lionello, Daniele e Lorena Cera Cera
Antica Osteria Cera

Clicca qui per leggere la ricetta
Foto: F. Brambilla-S.Serrani

Brodo freddo di calamaretti con “bevarasse”, sogliola croccante e polvere di menta
Ricetta presentata a
Identità Milano 2015