Florence Cocktail Week, tutto quello che c'è da sapere

20-04-2018

Dal 30 aprile al 6 maggio nel capoluogo toscano la kermesse dedicata al miglior bere miscelato. Vedrà la partecipazione di ben ventuno cocktail bar

Manca ormai poco alla terza edizione di Florence Cocktail Week, in programma a Firenze dal 30 aprile al 6 maggio prossimi. Un’anteprima, di quella che in Italia è stata la prima manifestazione dedicata all’arte della miscelazione e al bere consapevole e di qualità, si è avuta a Milano - presso il restaurant e cocktail bar di Savini Tartufi, situato all’interno dell’hotel NH Milano Palazzo Moscova - alla presenza di Paola Mencarelli e Lorenzo Nigro, suoi ideatori e organizzatori, affiancati dai bartenders Julian Biondi e Roberto Prato, rispettivamente vincitori della prima e seconda edizione, che hanno presentato alcuni loro cocktail assieme al resident barman Stefano Andreotti.

L’edizione 2018 di Florence Cocktail Week vedrà la partecipazione di ben ventuno cocktail bar, tra cui alcuni bar d’hotel. Per l’occasione proporranno una cocktail list che proporrà, tra l'altro, un signature (col quale ambire alla vittoria nella gara finale di domenica 6 maggio, alla quale quest’anno accederanno solo i sei locali meglio valutati da una giuria di esperti in base ad accoglienza, servizio e qualità della miscelazione), poi una creazione Riesco a bere italiano (tesa valorizzare l’importanza dei prodotti nazionali), di una variazione sul Negroni (il cocktail italiano più famoso al mondo del quale il prossimo anno ricorrerà il centenario e creato proprio nel capoluogo toscano dal barman dell’allora Caffè Casoni di via de’ Tornabuoni, Fosco Scarselli, su ispirazione del conte Cammillo - esatto, con due m - Negroni) e infine di un cocktail Abituati al futuro, giocato sul tema dell’innovazione.

Ma Florence Cocktail Week sarà anche l’occasione per partecipare a dibattiti, lezioni, approfondimenti e incontrare bartenders di fama internazionale: al Salone dei Liquori, Amari e Distillati Italiani, Sullivan Doh (Le Syndicat, Parigi) e Samuele Ambrosi disquisiranno sull'importanza dell'origine delle materie; Mauro Mahjoub (Boulevardier Bar, Monaco di Baviera), considerato il Re del Negroni, dedicherà a questo storico cocktail una sua masterclass; nel convegno Spirito and Spirits si dibatterà del rapporto tra religione e lifestyle e infine l’Atrium Bar del Four Seasons Hotel Firenze ospiterà Philip Bischoff (Manhattan Bar, Singapore).