Giovani chef crescono: Kevin Luigi Fornoni a Follonica

10-09-2017

Il lombardo, classe 1992, chiamato a rinnovare la proposta gastronomica di Torre Mozza, resort in un'antica fortificazione costiera protesa sul mare

Kevin Luigi Fornoni con il sous Stefano Cozzolino. Dietro di loro Luca Meli (foto Tanio Liotta)

Kevin Luigi Fornoni con il sous Stefano Cozzolino. Dietro di loro Luca Meli (foto Tanio Liotta)

Lombardo, classe 1992, Kevin Luigi Fornoni è da quest’anno chef di Torre Mozza, fortificazione costiera situata nel comune di Piombino, nella parte centrale del Golfo di Follonica, diventata relais di charme magicamente proteso sul mare. Lui cura la parte ristorativa, 9 tavoli cui dedicare una cucina che Fornoni stesso definisce «lineare, comprensibile. Accontento i miei ospiti con un pizzico di creatività».

Lui è nato a Pieve Emanuele, «a cascina Viquarterio, tra risaie e rane». I genitori facevano gli operai, lui ha studiato al Conservatorio, «ma per mantenermi gli studi iniziai a lavorare da cameriere in un locale della zona. Lo chef andò via e io mi ritrovai in cucina quasi per caso». Nel frattempo scoppiò la passione per questo lavoro. Poi ha inanellato una (lunga) serie di (brevi) esperienze meneghine: La ScalettaCracco, Berton, Lamantia

A Follonica è stato ingaggiato – insieme al sous chef Stefano Cozzolino, classe 1989 – per proporre agli ospiti una cucina non banalmente turistica. Vi riesce con qualche incertezza e altrettante buone idee, come la deliziosa Cassata in rivisitazione.