Langhe in lutto: addio a Domenico Clerico

17-07-2017
Domenico Clerico, azienda omonima a Monforte d'Alba, Cuneo (1950-2017)

Domenico Clerico, azienda omonima a Monforte d'Alba, Cuneo (1950-2017)

Domenico Clerico ci ha lasciato. E le Langhe perdono un personaggio che tanto ha fatto per il territorio e per il Barolo. Classe 1950, sposato con Giuliana, il suo cuore ha smesso di battere nella serata di domenica 16 luglio, dopo una lunga battaglia con la malattia.

E’ inutile, ora, ripercorrere la sua vita per il mondo del vino, fin da quando aveva preso in mano le redini delle azienda di famiglia a Monforte d'Alba, nel 1976. Ma è giusto ricordarlo con due aneddoti. Il primo è di Cinzia Benzi, che ha raccontato come Domenico Clerico sia stata la persona che le ha fatto apprezzare il Nebbiolo, andando ad assaggiarlo direttamente in vigna.

Il secondo è di scrive: vari anni fa, quando ero un semplice appassionato, lo incontrai in una manifestazione a Pollenzo. Lo avevo ascoltato per mezz’ora parlare dei suoi vini, assaggiando le ultime annate di Barolo. Poi mi disse: «Per capire il Barolo, devi avere pazienza e aspettare». Così, da sotto il banchetto di degustazione, tirò fuori una bottiglia di un suo Barolo (non ricordo più quale, mea culpa) che aveva già 15 anni di invecchiamento. E la aprì per me, un perfetto sconosciuto. «Assaggia, e poi dimmi» disse con la schiettezza che lo ha sempre contraddistinto. Iniziai a capire qualcosa in più di cosa fosse il Barolo.

Alla famiglia le nostre più sentite condoglianze.